Una vacanza ad Olbia tra storia e spiagge bianche
La Playa - Pittolungu (OT)

Una vacanza ad Olbia tra storia e spiagge bianche

Condividi sui social:

Vacanzieri dell’ultimo minuto? Poco tempo a disposizione per organizzare le ferie che chiaramente sono solo a cavallo di Ferragosto? Nessun problema! Con Tutor Travel vi proponiamo una vacanza nella splendida Sardegna e più precisamente ad Olbia in Gallura.

Chiamata dai greci Olbìa,”felice”, la città , polo d’accesso al nord est dell’isola grazie alla presenza di porto e aeroporto, è ricca di storia: numerose tracce di varie epoche si ritrovano, infatti, in tutta la zona, a partire da insediamenti nuragici tra cui la tomba di Giganti di su Monte de s’Aba (risalente a più di 4 mila anni fa), passando per le mura e le torri che costruirono i cartaginesi per cingere e proteggere l’abitato durante le guerre puniche (risalenti al 500 a.C), proseguendo con tratti di strade lastricate, le terme e l’acquedotto di Tilibbas del periodo romano (I e II sec. d.C), la Basilica di S. Simplicio, costruita in due fasi a partire dalla fine dell’XI sec. in stile romanico pisano, fino ad arrivare al periodo barocco con la pregevole chiesa di S. Paolo (del XIV-XV sec.) dalla caratteristica cupola ricoperta di maioliche multicolore.

Ma Olbia non è solo passato è anche presente, con la sua splendida costa che abbraccia l’area marina della Tavolara, ricca di bellissime calette turchesi dalle spiagge bianche. La struttura che proponiamo è un albergo 3 stelle con servizio di colazione inclusa, sul lido di Pittulongu, davanti alla spiaggia dello Squalo, un lungo e non molto largo arenile dalla sabbia molto fine. I suoi fondali sono particolarmente amati dagli appassionati delle immersioni subacquee e dello snorkeling. A poca distanza, separata da una lingua rocciosa c’è invece la spiaggia di La Playa: considerata la spiaggia degli olbiesi è una delle più belle della costa gallurese, detta anche Puntale Lungo (pittu longu ). È una splendida ed estesa mezzaluna di sabbia molto fine e candida incastonata tra le punte Muriscinu e Filiu, organizzata con spiaggia libera ma anche stabilimenti attrezzati.e accessibili a tutti. Tanti i locali e ristoranti che affacciano sull’imponente isola di Tavolara. A ovest della spiaggia dello Squalo, proprio a pochi metri troviamo anche la spiaggia del Pellicano e la Mare Rocce, mentre un po’ più distante, circa 1 km, passando per il viale Pittulongu, si arriva anche a Bados, piccola ma incantevole spiaggetta con piccole rocce rosa qua e là, con mare limpido e con una splendida vista della Tavolara che da qui sembra cambi colore durante il corso della giornata. Proseguendo sulla provinciale si giunge al Golfo Aranci.

Chiudi il menu