Carte di credito aziendali: pro e contro

Carte di credito aziendali: pro e contro

Condividi sui social:

Ogni azienda mira a diventare grande: quando grazie all’intuito, il lavoro sodo, un gruppo di lavoro valido, il successo arriva, ben presto, l’imprenditore si rende conto che la sua piccola impresa è ora una società.

 

Dopo aver raggiunto nuovi standard per il successo, ci saranno, di contro, anche una nuova serie di responsabilità. Ciò vale in particolare per le spese aziendali distribuite tra più membri del team. 

 

Le spese possono essere più facili da gestire in una piccola impresa con meno dipendenti. Tuttavia, quando si dispone di diversi dipendenti chiave, è necessario un modo migliore per gestire la spesa aziendale. Le carte di credito aziendali sono un’opzione interessante per molte grandi aziende. Ma prima di richiederne uno, ecco alcune cose che dovrebbero essere considerate.

 

Vantaggi delle Carte di Credito Aziendali

Le carte di credito aziendali stanno diventando un’opzione popolare per le spese aziendali dei dipendenti. Molti si stanno muovendo verso transazioni senza contanti, optando in primis per le carte di credito/debito poiché offrono vantaggi unici e utili per le aziende moderne.

 

Spesa conveniente

La pandemia di COVID-19 ha spinto una parte considerevole della popolazione a rinunciare al contante. Le transazioni con carta di credito in tutto il mondo sono aumentate del 6% tra il 2019 e il 2020. In Italia dal 2014 al 2020 sono aumentate addirittura del 20%.

L’emissione di carte di credito ai dipendenti può aiutarli a far fronte direttamente a eventuali spese aziendali. Ad esempio, andare in viaggio d’affari non avrebbe bisogno di tanti passaggi per ottenere finanziamenti.

Le aziende in quanto tali possono ottenere solo una carta, ma questo può essere un problema se più persone devono sostenere spese aziendali. 

Più carte di credito, legate ad un unico conto aziendale possono semplificare questi processi. Questo può far risparmiare all’azienda un sacco di tempo e fatica.

 

Monitoraggio delle spese

Il titolare/amministratore delegato non dovrà aspettare l’estratto conto per sapere dove sono andati a finire i soldi. La maggior parte dei fornitori di carte di credito dà la possibilità di tenere traccia di ogni spesa in tempo reale. Applicazioni mobili, e-mail o messaggi di testo sono tutti percorsi popolari per queste notifiche.

In questo modo, non ci si deve più chiedere con quale frequenza vengono utilizzate le carte o chi le sta utilizzando. Questo può aiutare a placare eventuali paure o avvisarti di eventuali attività bancarie sospette.

Le funzionalità di monitoraggio delle spese possono anche spingere i dipendenti a diventare più responsabili. Sapere che la direzione può vedere ogni transazione può aiutarli a diventare più coscienziosi. Nessuno vuole che i privilegi della carta di credito vengano revocati per un uso irresponsabile.

 

Contabilità più facile

L’elaborazione dei rimborsi può essere una grande fatica. Implica molti passaggi che abbracciano molte persone o reparti. Se un’azienda ha molti dipendenti, il compito diventa esponenzialmente più grande. 

Senza carte di credito aziendali, questo può diventare più complesso e farraginoso. I dipendenti spesso utilizzano i propri fondi personali per le spese aziendali ufficiali. Quindi, devono riportare le ricevute per il processo di rimborso, che può richiedere del tempo.

L’uso delle carte aziendali può aiutare a ridurre gli sforzi di rimborso. Ogni spesa può essere fatturata direttamente all’azienda. Con un buon numero di rimborsi fuori mano, la contabilità può concentrarsi su questioni più urgenti. Risparmia tempo, fatica e scartoffie inutili.

 

Svantaggi delle carte di credito aziendali

Le carte di credito aziendali possono essere molto vantaggiose per molte aziende. Ma potrebbero non essere per tutti. I loro vantaggi possono aiutare le aziende con esigenze e caratteristiche specifiche. Tuttavia, lo stesso insieme di requisiti può essere un peso per gli altri.

 

Spese aggiunte

Come le carte di credito personali, anche il mantenimento di una carta di credito aziendale costa. E poiché le carte aziendali sono per scopi commerciali, tendono anche ad avere commissioni più elevate. La maggior parte delle banche ha anche costi aggiuntivi per ogni carta che l’azienda desidera utilizzare.

 

Questi addebiti elevati spesso vengono forniti con un software dedicato per la gestione delle carte. Quindi possiamo dire che le carte aziendali sono perfette per le aziende medio/ grandi con budget elevati e decisamente poco indicate per realtà minori, in questo caso è meglio cercare altre opzioni.

 

Nessun controllo rigido sulla spesa

Le carte di credito aziendali hanno limiti di spesa minimi o nulli. Finché l’importo della spesa rimane entro il limite, i dipendenti possono spendere quanto vogliono.

Un’ottima soluzione a questo è una formazione adeguata e una buona cultura aziendale. È anche saggio emettere carte solo a dipendenti di cui si sa che ci si può fidare.

 

Processo di candidatura rigoroso

Le carte di credito aziendali sono un investimento significativo, per questo motivo le banche avranno bisogno di prove concrete della buona reputazione dell’azienda. Esamineranno il tipo di azienda, le dimensioni, i rendiconti finanziari, i rapporti di credito, ecc.

 

Alternativa

Per concludere possiamo dire che le carte di credito aziendali offrono grandi vantaggi, anche se possono essere molto costose. Una buona alternativa potrebbero essere le carte di debito aziendali, che sono abbastanza simili alle prime ma più adatte alle piccole e medie imprese, poiché i dipendenti non possono spendere di più di quello che è presente sul conto corrente aziendale o ancora le carte prepagate business senza conto corrente. 

Sulla nostra piattaforma #Tutorweb puoi trovare i Conti business da proporre ai tuoi assistiti/clienti, confrontali e verifica con loro quale potrebbe essere quella più congeniale per le loro esigenze.

Chiudi il menu